Godenda

About

Il fulcro della filosofia di Godenda è rappresentato, in primis, dal suo logo: un bacco, simbolo dell’edonismo, del piacere come fine principale dell’essere umano. Il passo a ritrovarlo nel nome è breve: “gaudenda”, le cose che devono essere godute. Il locale si trova nel cuore del centro storico a Padova, a ridosso della colorita piazza delle Erbe, una della zone più caratteristiche e note della città.
È un locale intimo ed esclusivo ma non segue le mode, con cinquanta posti a sedere all’interno, gestito da Stefano Agostini, titolare e chef, e da Andrea Zanfrà. La cantina, con l’area per la degustazione, propone etichette nazionali e internazionali con un angolo speciale riservato allo Champagne.

Dall’esperienza dei fratelli Agostini (già noti titolari del ristorante “Casa Vecia” ad Abano Terme) e di Andrea Zanfrà, nasce nel 2002 Godenda: un locale nuovo nel panorama padovano, un’interpretazione unica del wine bar e ristorazione, che sceglie come filosofia l’accostamento di prodotti ricercati e selezionati, declinati in piatti dal sapore unico, ad etichette vinicole esclusive.

Arredato dall’Architetto Antonio Susani, il ristorante si sviluppa su tre piani, con l’arredamento scelto con cura a partire dalle sedie e poltrone di Tonon, passando poi i barstools di Mathias e i giochi di luce radenti realizzati dalla Fior Luce, terminando con il particolare bancone creato dalla Falegnameria Pedron. Le grandi vetrate portano l’occhio al di fuori del locale, verso le piazze, aprendosi alla città e permettendo ai padovani di restare in vetrina gustandosi l’esclusività della vista.

Godenda è piacere, godimento, una parola rotonda, morbida, evocativa di storia e di filosofia di vita.