STEFANO AGOSTINI

DAL 2002 AD OGGI ….l’anima creativa di Godenda: numerose sono le sue esperienze in cucine e ristoranti tra i più famosi al mondo. Qui le tappe più importanti di un passato di prestigio, che l’hanno condotto oggi ad essere uno chef stellato e affermato.

Lo Chef Agostini ha collaborato per aperture di locali in Italia e all’estero; inoltre ha messo a disposizione la sua consulenza per il settore catering di aziende come Barilla e Nestlè. Ha tenuto lezioni di cucina presso l’“I.P.C.A.” di Milano, istituto per la cultura alimentare, ed ha partecipato ad importanti eventi del settore in Italia e nel mondo.

Ha partecipato a diverse trasmissioni culinarie presentando e cucinando i suoi piatti sul canale “Gambero Rosso Channel” (che diffonde via satellite iniziative a tema eno-gastronomico) Rai di Roma e sul canale satellitare “Alice TV”.

1986

Subito dopo la fine degli studi, Stefano Agostini comincia il suo percorso come chef all’estero. Grazie ad una borsa di studio, ha fatto un’importante esperienza per cinque mesi presso il “Regina Restaurant” di New York.

1987-1989

Nei successivi due anni, la sua attività si sposta in Germania, al “PrinzeHotel” di Heidelberg, dove entra in contatto con la cucina creativa, sviluppata nei successivi anni.

1989-1990

Dopo un breve ritorno in Italia, lo Chef è chiamato al KClub di Krizia a Barbuda, nei Caraibi, in qualità di sous chef. L’esperienza è sicuramente importante date le responsabilità acquisite nel tempo.

1990-1993

Tornato in Italia, cominciano importanti collaborazioni pluriennali a Roma, prima al prestigioso “Toulà”poi al ristorante Roofgarden, dell’Hotel Hassler, dove è stata portata la ristorazione dell’albergo a livelli internazionali, come testimoniato dai riconoscimenti nella varie guide di settore.

1993-1994

Questo è stato l’anno di svolta dello Chef, chiamato dai fratelli Vai dell’Hostellerie du Cheval Blanc, a gestire, in qualità di Executive Chef, il ristorante Petit Cheval Blanc. Grazie al lavoro esperto e di qualità di Stefano Agostini, il ristorante, in pochi mesi, ritorna ad essere fregiato delle due stelle Michelin, perse dalla precedente gestione.

Nello stesso periodo, lo chef ha gestito anche la Brasserie della stessa struttura con importanti successi.

1994-2002

Sommate queste ed altre importanti esperienze, arriva il momento di investire in un progetto personale, il ristorante “Casa Vecia” che nasce, nel 1994, ad Abano Terme, un sogno condiviso assieme ai fratelli, già presenti nel settore del food.

Il Ristorante si contraddistingue da subito per la sua cucina ricercata e particolare, adottando tecniche di cucina raffinate unite ad una carta vini sempre più importante. Inserito nel circuito “Jeunes Restaurateurs d’Europe”, ha ottenuto dal 1996 al 2002 l’Oscar “Qualità-Prezzo” della Guida del Gambero Rosso e, dal 1998, la Stella Michelin.